Argomento: EXPORT

  • 19 Giugno 2019

    Bilanci, scenari e prospettive future del settore distillatorio alla 73esima Assemblea Generale di Assodistil

    Il settore distillatorio consolida la sua presenza nel mercato italiano e mostra la sua unicità all’estero. Pur puntando come sempre sulla qualità delle materie prime e sulla tradizione, le innovazioni di prodotto e le nuove tecnologie rivestono un ruolo sempre più importante e significativo nello scenario della distillazione. È questo il quadro che verrà illustrato in occasione della 73a Assemblea Generale di AssoDistil, l’Associazione Nazionale Industriali Distillatori di Alcoli ed Acquaviti, che si terrà venerdì 21 Giugno dalle ore 10.45 presso The Hive Hotel in via Torino, 6 a ...
  • 18 Giugno 2019

    Export di vino, il Chianti DOP mette la freccia

    Il Chianti DOP conquista nuovi mercati. Crescono le esportazioni di vini rossi DOP della Toscana, soprattutto nei Paesi extra Ue. Un aumento in molti casi superiore alla media nazionale: dal 2013 al 2018 l'export ha fatto registrare una crescita del 17%  negli Usa (più 12% il dato nazionale) e del +47% in Svizzera (è del 16% la crescita italiana). E le vendite all'estero dei rossi made in Tuscany superano quelle di Veneto e Piemonte. E quanto emerge dalla ricerca Wine Monitor Nomisma per Consorzio Vino Chianti presentata a Roma, al Ministero dell'agricoltura. La Toscana conquista la ...
  • 14 Giugno 2019

    Assemblea Assica: scenari internazionali e prospettive future

    ASSICA (l’Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi aderente a Confindustria), nella sua Assemblea annuale che si tiene a Roma ha posto al centro della discussione il tema del futuro dell’intera filiera, oltre a presentare i dati economici di un settore, quello dei salumi, che registra una lieve crescita nell’export e invece una flessione nei consumi. Le aziende associate ad ASSICA – circa 180 rappresentative dei più importanti marchi della salumeria italiana – esprimono l’80% del fatturato industriale della produzione delle carni trasformate (salumi, carni in scatola, ...
  • 21 Maggio 2019

    Taleggio DOP, crescono il consumo nazionale e l’export

    A 23 anni dal riconoscimento della DOP, il Taleggio è sempre più apprezzato, non solo in Italia ma anche nei paesi Ue ed extra Ue. Negli ultimi anni la produzione si è assestata intorno alle 8.800 tonnellate, pari a circa 4.000.000 di forme di Taleggio prodotte. In Italia cresce il consumo di Taleggio al Sud e nelle Isole. Il 75% della produzione (3.000.000 di forme) viene commercializzato su tutto il territorio nazionale ed il principale canale di vendita è rappresentato dalla gdo. Grazie all’importante lavoro svolto dal Consorzio e da tutti i soci, l’export incide per ...
  • 21 Maggio 2019

    Giappone, aumentano le chance di investimento

    I rapporti economici tra Italia e Giappone vedono una prospettiva di intensificazione grazie a nuovi fattori che analisti e operatori ritengono in grado di spronare le attività di business nei due sensi. Il primo è l'Economic Partnership Agreement (Epa) tra Ue e Sol Levante, entrata in vigore il primo febbraio scorso, che oltre all'eliminazione o abbattimento dei dazi tende a ridurre le barriere non tariffarie. Il secondo è l'intesa bilaterale tra Roma e Tokyo nel "procurement" militare, in applicazione da poche settimane fa: combinandosi con un allentamento dei limiti di derivazione ...
  • 20 Maggio 2019

    Parmigiano Reggiano DOP, decolla l’export

    Crescono la produzione, i prezzi e anche l'export: il 2018 è stato da record per il Parmigiano Reggiano DOP. Lo ha sottolineato, a un incontro a Milano, il presidente del Consorzio di tutela Nicola Bertinelli: «Abbiamo registrato un incremento di produzione, quotazioni ed export. Il prezzo ha tenuto posizionandosi intorno ai 10 euro al kg per la DOP stagionata di 12 mesi». Il segreto? «Nessuna rivoluzione economica, abbiamo aperto nuovi spazi di mercato all'estero». La produzione del 2018 ha infatti sfiorato i 3,7 milioni di forme, mettendo a segno un progresso dell'1,35% rispetto al ...
  • 15 Maggio 2019

    Contraffazione, la battaglia del Primitivo di Manduria DOP

    E' costata 80 mila euro la guerra, nel 2018, alla contraffazione. E nel 2019 la cifra è destinata a raddoppiare. Il Consorzio del Primitivo di Manduria investe molto per la tutela del nome del proprio vino in tutto il mondo. «L'ultimo esempio di pochi giorni fa arriva dalla Francia, zona Champagne, dove abbiamo indotto una cantina a desistere dal mettere il nome Primitivo sulle loro etichette. E un'azione simile è in corso in Germania, nostro mercato di riferimento che assorbe il 25-30% dell'export, dove un grosso imbottigliatore di spumante ha posto domanda per registrare il nome Primit...
  • 15 Maggio 2019

    Made in Italy, la nostra più grande risorsa

    Il Belpaese, il nome stesso lo dice, evoca uno stile di vita che tanti ci invidiano. Richiama valori di autenticità, cura delle cose, suggestioni e la poesia che il fatto ad arte genera in ognuno. Gli stranieri sono fortemente sensibili a ciò che viene dall'italia, nella convinzione che italiano significhi, soprattutto tempi di vita accettabili e lenti, amore per i dettagli, stile ed eleganza, in una sola parola bellezza. Bellezza nel senso più ampio del termine. Arte, storia, buon cibo, cultura, sole, mare e molto ancora. Elementi da cui Nordamericani, Tedeschi, Giapponesi e tanti altri, ...
  • 13 Maggio 2019

    Il Moscato d’Asti DOP vola negli Stati Uniti

    Continua la promozione voluta dal Consorzio di tutela dell’Asti Docg e rivolta al mercato statunitense. All’interno di un articolato programma rivolto agli operatori di settore, spetterà a Bruce Sanderson, referente per l’Italia di Wine Spectator, e Adam Teeter, CEO e cofondatore di VinePair, delineare i tratti che rendono unico l’Asti Docg e le sue tipologie: Asti Secco, Asti Dolce e Moscato d’Asti. In continuità con l’attività sviluppata nel triennio precedente, anche quest’anno il Consorzio ha voluto ribadire il proprio impegno nello sviluppo del principale mercato del ...
  • 13 Maggio 2019

    Agroalimentare, i marchi DOP fanno volare le esportazioni

    «C'è ancora un miracolo italiano che regge nei momenti più critici e tiene più degli altri». Ne è convinto Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria che intervenendo alla Luiss Business School di Roma ha esaltato la "DOP economy", un sistema composto da 200 mila imprese che produce un terzo di tutte le Indicazioni Geografiche nel mondo (822 denominazioni Dop, Igp e Stg su circa 3 mila). «I dati - aggiunge il presidente di Federalimentare, Ivano Vacondio - esaltano le aziende, piccole e grandi, in grado di trasformare le materie prime nazionali e straniere in un prodotto lavorato e ...
  • 7 Maggio 2019

    La Mozzarella di Bufala Campana raccoglie i frutti della svolta DOP

    La Mozzarella di Bufala Campana DOP cresce in Italia e soprattutto all'estero. Negli ultimi tre anni (dal 2016 al 2018) produzione e fatturato hanno registrato un incremento del 2o% (la produzione ha toccato i 5o milioni di chili) e le esportazioni, in una ventina di Paesi, del 35%. «Una crescita favorita dalla qualità di un prodotto che piace - dice Pier Maria Saccani, il direttore del Consorzio di tutela che riunisce un centinaio di aziende -. E che si deve in parte anche ai giovani che sono entrati con mansioni diverse e oggi sono il 35% delle 15mila persone a vario titolo coinvolte ...
  • 6 Maggio 2019

    Asiago DOP: nel 2018 rafforzate vendite e quotazioni

    Una crescita costante per entrambe le tipologie, con 1.582.108 forme totali, quotazioni in aumento, soprattutto per l’Asiago DOP Stagionato, scorte ai minimi storici, incremento delle vendite in Italia sia in quantità (+1,6%) che a valore (+1,7%), in controtendenza rispetto al comparto dei formaggi semiduri e importanti successi nella tutela internazionale, tra gli altri, in Cina, Giappone e Messico. Sono questi i dati più significativi del bilancio 2018 presentato oggi, ad Asiago, all’Assemblea dei Soci del Consorzio Tutela Formaggio Asiago con la quale si chiude il mandato quadrienn...
  • 30 Aprile 2019

    Gorgonzola DOP: nel 2018 crescono produzione ed export

    Si è svolto ieri 29 aprile all’Hotel Westin Palace di Milano l’incontro organizzato dal Consorzio per la tutela del Formaggio Gorgonzola dal titolo “Ascoltare quelli che…. il Gorgonzola!” Alla presenza di ospiti istituzionali e delle 39 le aziende associate, il Presidente del Consorzio Gorgonzola Renato Invernizzi ha presentato i dati, tutti positivi, della Dop Gorgonzola: +2,4% l’aumento della produzione nel 2018 rispetto al 2017; +2,4% anche per l’export che rappresenta il 36,10% della quantità prodotta e colloca il Gorgonzola Dop al terzo posto tra i formaggi italiani di ...
  • 30 Aprile 2019

    Gli USA amano il food&wine italiano

    Trend crescente nel mercato USA per il paniere agroalimentare italiano Il mercato a stelle e strisce continua a rappresentare una opportunita’ irrinunciabile per il settore agroalimentare italiano. I dati confermano che l'economia statunitense ha continuato a crescere nei primi nove mesi del 2018 superando in ciascun trimestre le crescite registratesi nei primi tre trimestri 2017. La spesa delle famiglie è rimasto il principale fattore di sostegno alla crescita dell’economia, sostenuta da una situazione di quasi piena occupazione e da una fiducia dei consumatori che si protrae ormai da ...
  • 29 Aprile 2019

    Gorgonzola DOP, il 29 aprile l’Assemblea Nazionale Annuale dei Soci del Consorzio

    Si terrà il prossimo lunedì 29 aprile alle ore 18, presso l'Hotel Westin Palace di Milano l'Assemblea Nazionale Annuale dei Soci del Consorzio Gorgonzola, alla presenza del presidente Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP, Renato Invernizzi, dello chef Antonino Cannavacciuolo e di Carlo Alberto Carnevale Maffè, professore di Strategy and Enterpreneurship presso la SDA Bocconi. L'evento, condotto dalla giornalista Simona Arrigoni, sarà l'occasione per presentare i dati di produzione, export e consumo, l'attività di tutela del marchio svolta dal Consorzio in Italia e nel ...
  • 29 Aprile 2019

    La Mortadella Bologna IGP conquista l’estero, Gemlania e Giappone trainano l’export

    Bologna convince tedeschi e svizzeri e conquista il Giappone. È stato un anno da incorniciare, il 2018, per la Mortadella Bologna IGP. Il salume simbolo del capoluogo dell'Emilia Romagna in un anno ha registrato un quasi 9% di aumento delle vendite all'estero. Ed è vero che l'84% della mortadella prodotta viene ancora consumata in Italia, ma è anche vero che anno dopo anno la percentuale sull'estero aumenta. Al di là delle Alpi, entro l'unione europea restano i francesi, e soprattutto i tedeschi, i maggiori estimatori, tanto che in Germania in un anno le vendite sono cresciute del 33%. ...